CHIAMACI - 011 921 45 38 -



La Tallonite - Cos'è? Come posso curarla? Il plantare ortopedico può servire?

 

Possiamo considerare i nostri piedi come le nostre principali fondamenta, infatti il loro apporto è fondamentale per il mantenimento di una corretta base di appoggio e di conseguenza un idoneo atteggiamento posturale.

Perciò, prendersi cura di loro e indagare sulle loro problematiche è fondamentale per mantenere uno stato di benessere generale ottimale.

Noi di Tailormed, negozio ortopedico di Torino, in questo articolo andremo ad approfondire la tematica del dolore al calcagno o tallodinia, più comunemente conosciuta come tallonite.

 

LA TALLONITE

Come anticipato in precedenza la tallonite è il termine che viene generalmente utilizzato per indicare un dolore localizzato nella zona del tallone. La natura del problema può essere molteplice, infatti la sua insorgenza può presentarsi tramite problematiche ortopediche, traumatiche, neurologiche, metaboliche e congenite.

La sintomatologia può colpire sia le parti molli del piede (fascite plantare, infiammazioni tendinee, borsiti, ecc.) sia le parti ossee (sperone calcaneare, artrosi, artrite, fratture traumatiche o da stress, ecc.).

 

CAUSE PRINCIPALI DELLA TALLONITE

Le cause principali della tallonite possono essere: il sovrappeso il quale aumenta il carico a livello dell'appoggio plantare ma soprattutto a livello del calcagno; problematiche metaboliche o reumatiche che portano ad un indebolimento osteo-articolare; artrosi e consumo cartilagineo a livello delle articolazioni del retropiede; alterazione della postura e dell'appoggio plantare; attività sportiva elevata, traumatica ed alta intensa; problematiche ortopediche e traumatiche passate come fratture a livello del piede o del calcagno; utilizzo di calzature non corrette (scarpe antinfortunistiche, alternare scarpe con tacchi alti a scarpe molto basse).

Tra queste vorremmo soffermarci sull'importanza di un corretto appoggio plantare e un idoneo atteggiamento posturale. Infatti, un alterazione della distribuzione del peso e del carico podalico può determinare nel tempo un possibile sovraccarico a livello del calcagno, il quale può infiammarsi e causare dolore.

Grazie alla valutazione baropodometrica, test che noi eseguiamo nella nostra sede ortopedica di Torino, si è in grado di delineare sia in modo statico che dinamico le caratteristiche dell'appoggio del piede. Questo può essere un eventuale inizio di indagine per capire se il nostro dolore al tallone può essere portato da una alterata postura.

 

COME INTERVENIRE IN CASO DI TALLONITE

La tallonite è un problema da non sottovalutare e bisognerebbe cercare di trovare la cura più idonea e corretta per la persona, in modo che il dolore non persista evitando il rischio che possa divenire cronico.

Noi di Tailormed per prima cosa consigliamo di consultare il proprio medico curante e eventualmente il medico ortopedico per capire la causa della sintomatologia dolorosa e in concomitanza eseguire nella nostra sede di Torino la valutazione baropodometrica, così che lo specialista possa prendere visione anche delle informazioni sull'appoggio plantare della persona e poter determinare se il problema può essere viziato da un atteggiamento podalico non corretto.

 

IL PLANTARE ORTOPEDICO E' UTILE IN PRESENZA DI TALLONITE?

Se emerge che la causa che ha portato al presentarsi della tallonite è stato uno scorretto appoggio plantare, da un sovraccarico a livello del calcagno, un viziato atteggiamento posturale o da una alterazione anatomico/strutturale a livello del piede, una soluzione vincente per aiutare la guarigione può essere quella dell'adozione di plantari ortopedici costruiti su misura e con materiali di nuova generazione.

Il plantare ortopedico, infatti, è in grado di riequilibrare l'appoggio a terra, così da agire sulla distribuzione dei pesi diminuendo meccanicamente il sovraccarico al tallone. In più i materiali anti-shock di ultima generazione permettono di assorbire gli urti e tutti i microtraumi che il calcagno può ricevere, così da diminuire il dolore in loco e velocizzare il più possibile il processo di guarigione.